Salto nel Buio

Cerco di condividere con altri il mio personale salto nel buio e, perchè no, di aiutare chi vorrebbe saltare, ma ha ancora paura per farlo.

giovedì, agosto 24, 2006

S.O.S. - Salto amoroso in corso!

Posto un messaggio che mi è giunto via mail e che racconta i dubbi dovuti a problemi d'amore, ma che sono attinenti ad un Salto nel Buio. Per questo ho deciso di pubblicare il post, cerchiamo di aiutare questo nostro amico.

Da pochi mesi le cose con quella che si poteva definire la mia ragazza non vanno per niente bene.
Arriviamo da una storia di qualche anno travagliata, ricca di alti e bassi, ma condita con un grande rapporto tra noi. Entrambi sosteniamo che l'altra persona è stata molto importante per noi stessi e lo è tuttora.
Tuttavia lei ha comunicato che non prova più quel sentimento particolare che è indispensabile per portare avanti una relazione ed ha deciso di interrompere la relazione, io invece sono innamoratissimo.
Fin qui non c'è nulla di strano, anzi bisogna ammettere la correttezza di lei nell'ammettere questa difficoltà. Però c'è un aspetto che io non riesco a digerire.
Lei, interrogata spesso da me sulla questione, ha ammesso che mentre stava pensando di chiudere la storia è stata assalita da forti dubbi: "riuscirò a trovare un'altra persona che mi capisca al volo come lui? Incontrerò qualcuno con cui non serve nemmeno aprir bocca che già capisce se qualcosa non va? Qualcuno con cui scherzare e farsi i dispetti come facevamo noi? E soprattutto con cui parlare per ore...?".
Inoltre ha ammesso che vorrebbe vivere ancora tante belle cose con me. Spera di non perdermi mai.
Lei stessa ha definito questa sua decisione un salto... ma un salto verso cosa?
In questo momento sto male e cerco di capire la situazione per provare a buttarmela alle spalle, ma non ci riesco. Non riesco proprio a capire cosa l'abbia spinta a saltare, se alla fine ha tutti questi dubbi e questi desideri che mi coinvolgono.
So che non è facile fare commenti senza conoscere granchè del caso specifico, ma magari avete vissuto esperienze simili e potete aiutarmi.
Grazie

8 Commenti:

Anonymous Anonimo ha detto...

ciao,
io ho vissuto una storia analoga alla tua.
Ti allego una poesia che mi scrisse il mio ex ragazzo poco prima di lasciarci (lasciarmi), dopo una mia lamentela in cui, in un momento di debolezza, chiedevo un po' piu' di attenzioni.

Tutto scorre.
Tutto cambia.
Tutto passa.

Ti affezionerai. Soffrirai.
Non potrai farne a meno.

Una qualunque cosa o persona.
Oggi c'e'. Domani non piu'.

Vita crudele, Vita bastarda.
Ti fa sognare solo per svegliarti.

Una piccola bestiola nera.
Mi ha ricordato il triste destino.

E un giorno, non so quando.
Resteranno solo ricordi.

Ricordi come cicatrici.
Di una guerra chiamata vita.


Sole_81

27 agosto, 2006 09:11  
Blogger Manaland ha detto...

Sottoscrivo il contenuto della poesia, anche se lo eviterei volentieri.

27 agosto, 2006 10:17  
Anonymous Jackie ha detto...

Ho vissuto un'esperienza simile alla tua.
Passando tante giornate, tanti momenti felici e non, con a una persona si riescono a percepire ogni piccola sfumatura del carattere ogni singola movimento del viso è segnale palese di quel che pensa chi ci sta accanto.
Si crea una sorta di simbiosi con il partner.
Questo rimane anche se si interrompe la relazione, periodi della nostra vita cosi importanti non si cancellano con un colpo di spugna, questo vale per entrambi. Vale per la tua ex-ragazza, che pero' non sente piu quel fuoco ardere qnd si sta con qualcuno, ed è una mancanza pesante per continuare la relazione.
I suoi dubbi sono rivolti a quella stabilita e quella sicurezza che trovava in te, ti vuole bene, sa che puo contare su te, ma allo stesso tempo sente mancare qualcosa, cm dici tu indispensabile.
Il mio consiglio è quello di aspettare e vedere cm si evolvono le cose, lo so è difficile, ma forzare per avere una soluzione è totalmente controproducente.
Non dico di non avere piu contatti, ma lasciarle lo spazio e il tempo per capire se la vostra relazione era o meno fondamnetale per lei,per far si che si riaccenda quel desiderio, quel sentimento che ti fa amare una persona.
Spero tu abbia la fortuna che non ho avuto io

29 agosto, 2006 03:22  
Blogger Raul Sapora ha detto...

Mi avventuro nei tuoi blog. Mi piacciono. Non ti fai conoscere troppo, tu... Ma quel salto, fallo! Non è un salto nel buoi. Il vero salto nel buio è vivere una vita che non ti piacerebbe, una vita di quieta disperazione. Quindi, hop hop hop... Salta! Non aver paura, è solo una piccola palla piuttosto rotonda sospesa nel vuoto. Girare il mondo ti rende solo migliore. E... non tornare indietro alle prime difficoltà: c'è sempre tempo.
Ciao Manaland, ti salutano anche le mie formiche.
Raul Sapora

02 settembre, 2006 18:02  
Anonymous fede ha detto...

pronta a lasciarmi tutto dietro,in1bagaglio dimenticato alla stazione..pronta a saltare dagli scogli,quelli più alti perchè la vita è1rischio,con te che mi stringi le mani..pronta a lanciarmi in1folle corsa dietro alla tua moto,perchè è così che si vive,al limite,gustando ogni attimo avvolto nelle più forti emozioni..con le tue labbra sulle mie,con le tue mani sui miei fianchi e i tuoi occhi ghiaccio che mi perforavano l'anima ero pronta al temuto salto nel buio..mi volto e vedo che mi porgi il bagaglio dei ricordi,questa volta carico di1altra storia finita..che sugli scogli la mia mano afferra l'aria..che dietro di te in moto c'è solo la tua ombra..titti,6stato il mio sogno,ora però è l'alba di1nuovo giorno..

05 settembre, 2006 04:15  
Anonymous innamorato ha detto...

E' l'alba di questo nuovo giorno che non riesco ad accettare... perchè deve esserci un nuovo giorno, se quello che stavamo vivento era bellissimo?

05 settembre, 2006 04:48  
Anonymous fede ha detto...

vorrei tanto1giorno di pioggia per poter dire"non son lacrime quelle che vedi,io non sto piangendo sono solo gocce d'acqua"..putroppo il cielo non mi da retta,le stelle non ascoltano i miei desideri..ed il tempo ha portato la sua decisione..

05 settembre, 2006 12:26  
Anonymous Anonimo ha detto...

salto nel buio ................. .: SALTA CHE C'è UN SANTO CHE TI SALVERà. A SUPERARE L'OSTACOLO. ... GION.

25 giugno, 2008 06:25  

Posta un commento

<< Home